Start up innovativa per la digitalizzazione della filiera della biomassa legnosa

Canne fumarie sensorizzate: cosa ne pensano gli esperti?

Italia Legno Energia per Altrefiamme è stata l’occasione per raccogliere l’opinione di professionisti ed esperti.

La prima intervista è di Andrea Donati – CAT Regione Marche per gli impianti a biomassa legnosa, che gestisce un parco di circa 1.000 clienti per un totale di 8 marchi differenti.

Il parere di un professionista

«Avere un sistema digitalizzato che anticipa lo stato della stufa o della stessa canna fumaria, aiuta a gestire in maniera molto più semplice una quantità notevole di commesse, permettendo di fare ordine e risparmiare tempo. Un’assistenza basata su un software di questo tipo è l’ideale per prevenire delle situazioni spiacevoli e questo automaticamente garantisce una qualità più alta del servizio ai propri clienti».

– Andrea Donati, CAT Regione Marche

Fumisteria & Digital Transformation

Tenere sotto controllo sempre ed in qualunque momento le performance, l’usura e le emissioni di un apparecchio?

Oggi è possibile grazie alla sensorizzazione delle canne fumarie: il futuro del settore fumisteria.

Valutare le informazioni sui fumi in uscita consente di stabilire se è necessario anticipare la manutenzione o se è possibile ritardarla, verificando l’efficienza dell’impianto e riducendo al minimo gli sprechi energetici. La segnalazione di eventuali guasti permette di intervenire tempestivamente anticipando la chiamata del cliente e di ottimizzare la gestione e i tempi delle commesse. Un’unica soluzione, innovativa e di facile utilizzo per gli operatori.

Articoli correlati

Stufe a pellet: il consumo di energia elettrica

Il riscaldamento a gas o gasolio porta con sé utenze elevate, soprattutto durante il periodo invernale dove ve n’è una necessità maggiore: quando le...

“La transizione ecologica e digitale nei sistemi di riscaldamento a biomassa” – Altrefiamme in diretta dal Senato

Mercoledì 3 aprile 2024, presso la Sala Nassirya del Senato della Repubblica Italiana, si è tenuto un incontro tra istituzioni e imprenditori, dedicato al...

Nuova direttiva UE per le rinnovabili: +42,5% l’obiettivo al 2030

La direttiva per promuovere e regolamentare le energie rinnovabili ha visto le istituzioni europee concordare sull'aumento al 42,5% per la quota di consumi finali...