Start up innovativa per la digitalizzazione della filiera della biomassa legnosa

Ad Ecomondo 2022 a fianco di UNISG – Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo

Dall’8 all’11 Novembre, il Quartiere fieristico di Rimini ospita la 25a edizione di Ecomondo – The Green Technology Expo, evento di riferimento in Europa per l’innovazione tecnologica e industriale nel settore della green and circular economy.
Una fiera internazionale con un format innovativo che unisce in un’unica piattaforma tutti i settori a supporto della transizione ecologica con uno spazio dedicato alle start-up innovative italiane e internazionali che operano nei settori delle green technologies, sostenibilità ambientale e nell’energia sostenibile.

Tra queste ci siamo anche noi di Altrefiamme, come nuova realtà che vede nel futuro dei combustibili le biomasse legnose perché ecosostenibili, rinnovabili ed efficienti.

La tecnologia come fattore abilitante al green: il nostro progetto
Il nostro obiettivo primario, come spesso rimarcato, è la digitalizzazione della filiera della biomassa legnosa: dal bosco, al taglio, al trasporto, alla combustione fino alle emissioni in atmosfera estendendo anche alla legna da opera ed a quella “gastronomica”.
Controllare l’umidità del legno, acquistare legna certificata e utilizzare apparecchi di combustione di ultima generazione sono tre punti fondamentali per sfruttare al meglio la grande risorsa del legno e dei suoi derivati nel totale rispetto dell’ambiente.
Ma questo non è ancora sufficiente e dunque, come si può raggiungere questo obiettivo in un comparto ad oggi ancora poco digitalizzato?

Portare la Digital Transformation all’interno di un settore che non ha ancora beneficiato della trasformazione digitale non è facile tuttavia noi di Altrefiamme crediamo fortemente che la tecnologia rappresenti un fattore abilitante al green e per questo abbiamo sviluppato due progetti che vanno in questa direzione:

  • Servizi di sensorizzazione e digitalizzazione delle canne fumarie per monitorare i parametri di utilizzo, efficienza, emissioni ed usura e per ottimizzare il rendimento, i tempi di manutenzione e il controllo delle emissioni inquinanti.
  • Blockchain e legna tracciata in un progetto che prevede l’utilizzo di tecnologie innovative quali IoT, Intelligenza Artificiale, Blockchain, Big Data, Data Analytics, Cloud  per offrire biomasse legnose a tracciabilità certificata in blockchain e garantire qualità, sicurezza e legalità all’interno di tutta la filiera del legno.

Ricerca e approccio scientifico
Dalla nascita del progetto ad oggi abbiamo continuato a sviluppare le nostre idee con un approccio scientifico: conferma di questo sono le continue collaborazioni con Università e Istituti di Ricerca a partire dall’indagine commissionata al Laboratorio di Analisi Sensoriale e al Food Lab di UNISG – ’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo sull’utilizzo della legna gastronomica o la ricerca sugli Scenari di sviluppo abilitati da tecnologie Blockchain commissionata all’Osservatorio Blockchain e Distributed Ledger del Politecnico di Milano.

Ebbene sì, dietro un’idea ambiziosa c’è sempre una grande squadra. 

Vi aspettiamo al padiglione D1- Circular Economy Platform!

Articoli correlati

Pellet, legna da ardere e cippato: prezzi per il 2024

Il mercato dei biocombustibili negli ultimi anni sta balzando all’attenzione guadagnando un interesse sempre maggiore tra i consumatori che sono alla ricerca di una...

Progetto Fuoco 2024: Altrefiamme presenta le Canne Fumarie Sensorizzate

Dal 28 febbraio al 2 marzo 2024 a Verona, Altrefiamme parteciperà come espositore all’edizione annuale di Progetto Fuoco, la più importante fiera al mondo...

Bonus Pellet 2024: come ottenerlo?

La maggiore richiesta di pellet ne ha determinato l’aumento del prezzo: per questo è fortemente consigliato andare alla ricerca di agevolazioni e bandi regionali...